LA DISPEPSIA FUNZIONALE

Si intende il quadro clinico caratterizzato dalla presenza di sintomi cronici e ricorrenti di “cattiva digestione” associato a sintomi localizzati ai quadranti addominali superiori ed attribuibile al tratto gastroenterico sia alto che basso.

La dispepsia è molto frequente ed è responsabile di circa il 5% delle visite effettuate dal Medico di Medicina Generale (1); in Italia circa il 15% della popolazione ne soffre (2).

Si associa spesso a dolore o bruciore epigastrico, senso di ripienezza post-prandiale, sazietà precoce, gonfiore (3); è sintomo comune ed aspecifico presente in casi di gastrite, duodenite, calcolosi della colecisti, colon irritabile , reflusso gastroesofageo ed alla presenza dell’ Helicobacter pylori.

Il fumo, l’obesità, l’eccessiva assunzione di alcolici e di cibi grassi, possono essere associati a sintomi dispeptici (4,5).

Per saperne di più vedasi : Dispepsia

Bibliografia:

  • Baron JH, Sonnemberg A. Hospital admissions and primary care attendances for non ulcer dyspepsia, reflux oesophagitis and peptic ulcer in Scotland 1981-2004 Eur J Gastroenterol Hepatol 2008, 20, 180
  • Zagari RM et al. Epidemiology of functional dyspepsia and subgroups in the Italian general population: an endoscopic study. Gastroenterology 2010, 138,1302
  • ROME IV, Functional Gastrointestinal Disorders. Disorders of Gut-Brain Interaction. MDCP Book, 2^ ed, May 2016
  • Zagari RM et al. Investigating dyspepsia. BMJ 2008,337,A1400

Ford AC et al. Dyspepsia BMJ 2013,29,347



Pubblicato in: Gastroenterologia

Condividi:



Premium WordPress Themes