Morbo di Crohn

Ogni malattia cronica modifica in modo sostanziale la vita del paziente e questo è soprattutto evidente nelle malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) : coinvolgono più di 100.000 persone in Italia (incidenza di 10 casi su 100 mila), insorgono spesso in età giovanile, si protraggono per tutta la vita e manifestano alterazioni dell’ alvo che creano problemi relazionali e lavorativi. Ho concentrato l’ attenzione su alcuni quesiti che il soggetto con MICI si pone ed ai…

Leggi Tutto...

Colite ulcerosa

Ogni malattia cronica modifica in modo sostanziale la vita del paziente e questo è soprattutto evidente nelle malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) : coinvolgono più di 100.000 persone in Italia (incidenza di 10 casi su 100 mila), insorgono spesso in età giovanile, si protraggono per tutta la vita e manifestano alterazioni dell’ alvo che creano problemi relazionali e lavorativi. Ho concentrato l’ attenzione su alcuni quesiti che il soggetto con MICI si pone ed ai…

Leggi Tutto...

Stipsi cronica o stitichezza

Per STIPSI  CRONICA(o stitichezza)  si intende comunemente un’alterata condizione dell’alvo che comporta una ridotta e talora difficoltosa defecazione. Secondo i più moderni criteri scientifici (Criteri di Roma III; Longstreth GF et all. Gastroenterology 130,1480, 2006), per definizione devono esserci evacuazioni rare senza ricorrere a lassativi; peraltro, devono essere presenti almeno due dei seguenti disturbi in oltre il 25% delle evacuazioni, da almeno tre mesi nell’ultimo semestre: feci dure e caprine meno di 3 evacuazioni alla settimana…

Leggi Tutto...

Le calorie alimentari

La tabella di equivalenti calorici allegata è di grande utilità per chiunque abbia in atto un programma alimentare ipocalorico equilibrato e personalizzato. E’ di compendio al programma ipocalorico consegnato dal dietologo nutrizionista ed è indispensabile in particolare durante la fase del mantenimento dietetico, una volta raggiunto il peso desiderato. Tutti gli alimenti riportati sono espressi in quantità di grammi, equivalenti ognuno alla quota di circa 100kcal (*); il suo uso serve: • per conoscere indicativamente…

Leggi Tutto...

Dolcificanti: quale e quanto

DOLCIFICANTI: QUALE E QUANTO Per secoli il miele, lo zucchero ed i dolciumi sono stati gli alimenti preferiti dalle classi più agiate; oggi, di fronte alle conoscenze scientifiche unanimemente condivise correlate all’obesità, la scelta del “dolcificante ideale” ed i dolcificanti sono diventati un problema ampiamente diffuso. In Europa, come in tutto il mondo, gli edulcoranti ipocalorici sono sottoposti a una rigorosa procedura di valutazione. L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA, European Food Safety Authority)…

Leggi Tutto...

Alitosi, fastidio e sintomo

ALITOSI, FASTIDIO E SINTOMO   L’alitosi rappresenta un problema sanitario molto sentito da chi ne è affetto e poco considerato dal medico, che invia quasi sempre questi pazienti dall’odontoiatra. Pur avendo sovente origine da una scarsa igiene orale, possono essere causa o concausa di questo disturbo altre condizioni fisiopatologiche. L’alitosi nella maggior parte dei casi è transitoria; invece, la forma persistente può essere una spia di una malattia otorinica o broncopolmonare o gastroenterica o neurologica;…

Leggi Tutto...

La allergia al nichel solfato. Consigli dietetici

LA ALLERGIA AL NICHEL SOLFATO[1]   Il nichel è un metallo pesante che si trova nel suolo (5-500mg/kg), nei tessuti vegetali (0,5-5 mg/kg), nei tessuti animali (0,1-5 mg/kg) e nell’acqua di rubinetto (5-100 mg/l); è un metallo poco tossico in quanto poco assorbito che tuttavia può venire ceduto in minima quantità dalle leghe metalliche ed essere responsabile prevalentemente di patologie da contatto. L’assunzione giornaliera media di nichel in Italia è di 0,3-0,4 mg. L’Italia è…

Leggi Tutto...

Steatosi epatica o fegato grasso

      STEATOSI EPATICA O FEGATO GRASSO [1] Il fegato grasso o steatosi epatica è l’accumulo di grasso nelle cellule del fegato (epatociti); sono i trigliceridi (un tipo di grasso che deriva dai carboidrati) ad accumularsi nel tessuto epatico (steatosi). La presenza di grasso nel tessuto epatico comporta una serie di danni sino alla necrosi (morte) delle cellule epatiche. In genere è condizione benigna, ma in alcuni casi può evolvere sino alla cirrosi ed…

Leggi Tutto...

Il glutine e malattie correlate

GLUTINE  E  MALATTIE (GLUTEN SENSITIVITY) Il glutine è una sostanza proteica che origina dall’unione, in presenza di acqua, di due tipi di proteine: la gliadina e la glutenina presenti nel frumento ed in altri cereali (orzo, farro,segale e kamut).   Il frumento, il riso ed il mais, sono i cereali più largamente consumati nel mondo; l’introduzione dei cereali nella alimentazione umana, avvenuta circa 10000 anni fa, ha creato le condizioni per lo sviluppo, nell’uomo, di…

Leggi Tutto...

Diete iperproteiche e malattie cardiovascolari

DIETE IPERPROTEICHE E MALATTIE CARDIOVASCOLARI   L’esigenza odierna di voler perdere peso in breve ha favorito la diffusione di diete a volte molto squilibrate.   Tra queste, le diete iperproteiche (dette anche “low carb” od a basso contenuto di carboidrati) son quelle più di moda: sino a qualche tempo fa la dieta Zona, oggi la Ducan. Un alto consumo di carne dovrebbe consentire di perdere peso velocemente (per le diete “dimagranti” eseguite per breve tempo…

Leggi Tutto...

Premium WordPress Themes

Questo sito utilizza cookies tecnici ed analitici di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi l'Informativa estesa.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi