Il sodio negli alimenti

   IL SODIO NEGLI ALIMENTI Un prolungato consumo di quantità eccessive di sodio è stato messo in relazione con la patogenesi dell’ipertensione arteriosa nei soggetti sensibili e con familiarità positiva. Anche se altri fattori (obesità, fumo, stress, vita sedentaria…) possono concorrere nello sviluppo dell’ipertensione arteriosa, tuttavia esiste uno stretto rapporto tra sodio ed aumentati valori di pressione arteriosa sistolica e diastolica. Limitare l’uso aiuta a prevenire non solo l’ipertensione, ma anche disturbi digestivi, forse il…

Leggi Tutto...

Il potassio negli alimenti

  IL  POTASSIO  NEGLI  ALIMENTI In condizioni normali, data la ampia ed ubiquitaria distribuzione del potassio negli alimenti, un deficit alimentare di potassio è assai improbabile. Le più importanti cause di deficit sono rappresentate da perdite eccessive per via gastroenterica (vomito, diarrea, uso di lassativi) od urinaria (uso di diuretici, malattie renali croniche). Clinicamente questo comporta stanchezza muscolare, nausea, anoressia, disattenzione, sonnolenza sino ad aritmie cardiache, anche gravi. Numerosi studi hanno mostrato che un aumento…

Leggi Tutto...

Dieta ad alto e basso contenuto di fibra alimentare

DIETA AD ALTO E BASSO CONTENUTO DI FIBRA ALIMENTARE La relazione tra alcune patologie (malattie cardiovascolari, osteoporosi, stipsi, malattia diverticolare, tumori…) ed il tipo di alimentazione diffusa nei Paesi occidentali è ormai certa (povera di fibra e ricca di alimenti raffinati ad alta densità energetica). In Italia il consumo giornaliero medio di fibra alimentare è intorno a 12-17grammi; i LARN (Livelli di Assunzione Raccomandata di Nutrienti per la popolazione italiana) indicano la necessità di aumentare…

Leggi Tutto...

La fibra alimentare

ALIMENTAZIONE E SALUTE: IL RUOLO DELLA FIBRA ALIMENTARE     Su questo argomento si discute ormai da molti anni; oggi siamo di fronte ad autorevoli conferme ed a numerose certezze relative al suo ruolo. La relazione tra alcune patologie (malattie cardiovascolari, osteoporosi, stipsi, malattia diverticolare, tumori…) ed il tipo di alimentazione diffusa nei Paesi occidentali è ormai certa (povera di fibra e ricca di alimenti raffinati ad alta densità energetica). La rivalutazione del concetto e…

Leggi Tutto...

Guida alimentare: il benessere a tavola

  LE BASI DELL’ALIMENTAZIONE   INTRODUZIONE Lo scopo di questa breve guida alimentare è prevalentemente quello di informare con chiarezza e orientare il proprio “stile di vita alimentare”, modulando le scelte e gli abbinamenti più appropriati. C’è molta esagerazione sui meriti di una buona alimentazione, ma c’è molta realtà sui rischi a cui espone uno stile alimentare incongruo. L’ errore alimentare perpetuato per anni si tramuta, per alcuni, in un fattore di rischio; cioè uno stile…

Leggi Tutto...

Il mantenimento dietetico: inizio del nuovo stile di vita alimentare

IL  MANTENIMENTO  DIETETICO La perdita del peso è una fase di breve durata, il  mantenimento dietetico è un processo di durata indefinita Il peso raggiunto dovrà essere conservato nel tempo, grazie sempre al supporto specialistico ed al programma di mantenimento che si compone di un nuovo equilibrio alimentare (1), di un insieme di modifiche graduali della propria attività fisica (2), di concerto con un corretto comportamento personale (3). Questo intervento combinato è scientificamente dimostrato essere il modello…

Leggi Tutto...

Il peso corporeo: conosci il tuo peso?

L’indice oggi più impiegato a questo scopo è quello di Quatelet o Indice di Massa Corporea (IMC). Esso è dato dal peso espresso in Kg diviso il quadrato dell’altezza espressa in metri. Inserisci la tua altezza in cm ed il tuo peso in Kg (senza decimali).   Inserisci la tua altezza (cm): Inserisci il tuo peso (kg): IMC: * < 16.0 malnutrizione grave * 16.0-18.4 malnutrizione lieve-moderata * 18.5-24.9 normopeso * 25.0-29.9 sovrappeso * 30.0-34.9…

Leggi Tutto...

Dietologia

La mia Scienza della alimentazione non significa sacrifici alimentari o digiuni forzati, ma un “nuovo regime di vita alimentare” (deriva dal greco diaita). In questo ambito il mio programma di intervento comporta un “approccio cognitivo comportamentale” proiettato nel futuro per costruire insieme un progetto terapeutico di rieducazione al cibo. L’atteggiamento prevalente è educativo e non prescrittivo con il fine di “educare oggi , per curare per tutta la vita”.   Di seguito il compendio degli argomenti trattati: Il peso corporeo:…

Leggi Tutto...

Premium WordPress Themes

Questo sito utilizza cookies tecnici ed analitici di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi l'Informativa estesa.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi